‘Mi fanno saltare la testa’: le guide turistiche chiedono il divieto degli altoparlanti nelle attrazioni di Londra | Londra

By Francis 8 Min Read

Stanno cambiando la guardia a Buckingham Palace, ma di questi tempi Christopher Robin avrebbe difficoltà a capire qualunque cosa gli dica Alice. Le guide Blue Badge che lavorano a Londra affermano che una nuova ondata di guide turistiche nelle principali attrazioni turistiche stanno assordando loro e i loro ospiti utilizzando megafoni e amplificatori vocali portatili.

L’Institute for Tourist Guiding (ITG) afferma che i suoi membri (che ottengono lo status Blue Badge completando due anni di formazione) sono sempre più preoccupati per le guide amplificate che hanno iniziato a operare quest’estate intorno a Buckingham Palace, alla Torre di Londra e al Parlamento .

“Si sta proliferando”, ha detto Carole Hiley, presidente dell’ITG. “L’anno scorso potevano essercene uno o due, ma ora all’improvviso sono ovunque nella City di Westminster, in tutte le principali attrazioni. Alcuni giorni è peggio di altri, e peggio in posti diversi”. Alcuni dei 600 membri dell’ITG che operano a Londra affermano di aver dovuto competere con ben cinque guide amplificate alla volta.

“Erano in giro prima di Covid”, ha detto Hiley, “ma non stavano causando un grosso problema. Ora il numero dei turisti è tornato – quest’anno a Londra è davvero aumentato, il che è fantastico – e questo ha portato con sé questo problema”.

Sotto il sole mattutino di venerdì, il centro commerciale era pieno di gente desiderosa di vedere il 1° battaglione delle guardie gallesi passare alla compagnia numero 9 delle guardie irlandesi, accompagnato dalla loro mascotte, un levriero irlandese chiamato Seamus, e dalla banda dei Granatieri.

Decine di gruppi di turisti, forse fino a 50, hanno percorso il percorso da Marlborough Road, dove i soldati si riuniscono nel cortile di St James’s Palace, fino al Mall fino a Buckingham Palace.

Mentre i soldati passavano con le loro tuniche rosse e pelli d’orso, le guide si arrampicavano lungo il marciapiede, sollevando ombrelli, bandiere – o, in un caso, un orsacchiotto – affinché i loro gruppi potessero seguirli. Chiunque avesse provato ad usare un altoparlante sarebbe stato soffocato dalla banda militare, ma dopo la cerimonia David Cox, una guida con sette anni di esperienza, anche se senza badge blu, dice che il problema non è semplicemente il volume, ma i numeri. “Mi fanno saltare la testa”, ha detto. “Il periodo peggiore è in alta stagione, da fine giugno ai primi giorni di settembre.” Oggi non è andata poi così male. “A volte hanno fino a 40 persone in un gruppo.”

La guida David Cox afferma che i tour leader a volte avranno fino a 40 persone in un gruppo.

L’arte della guida è raccontare una storia assicurandosi che i clienti abbiano una buona visuale. Venerdì una dozzina circa di gruppi si erano accalcati sulle terrazze rialzate per poter vedere le guardie marciare davanti al Monumento della Regina Vittoria e attraverso i cancelli del palazzo. Cox ha detto che cerca di impostare la scena in anticipo.

“Una volta che arrivano le guardie, praticamente stai commentando quello che stanno facendo. La maggior parte delle guide si limiterà a fare sputi e macchie. Raggiungiamo una sorta di consenso su quale sia il volume giusto. Se hai un commento amplificato proprio accanto a te, può davvero scoraggiarti dal gioco. E’ un Paese libero: sono tantissime le guide che oggi fanno questo. Ma devi essere rispettoso.

Mentre la gente cominciava ad allontanarsi, si sentivano voci amplificate in tutto il centro commerciale. Una guida con accento spagnolo ha disattivato il microfono per discutere della questione. “Se ho un collega intorno a me, lo spengo”, ha detto, indicando gli spazi vuoti attorno al suo gruppo. “Ci sono posti in cui non lo usiamo, come Queen Anne’s Gate, perché la gente vive lì. Non lo uso a meno che non sia lontano da altre persone. Il giorno precedente, ha detto la guida, lei era in piedi accanto a un’altra guida che stava usando un altoparlante e continuava a girarsi verso di lei, dirigendo il suono al suo gruppo. “Era molto fastidioso. Devi pensare agli altri”.

L’ITG ha chiesto al consiglio di Westminster quali poteri ha sulla questione e prevede di scrivere all’autorità dei parchi reali, che amministra l’area di St James’s Park intorno a Buckingham Palace. Il regolamento del parco vieta l’uso di dispositivi che amplificano il suono senza autorizzazione.

Una guida turistica con un ombrello fuori Buckingham Palace. Fotografia: Andy Hall/The Observer

Mentre molte delle guide del centro commerciale venerdì utilizzavano piccoli amplificatori agganciati a una cintura, durante l’alta stagione alcune guide sono state viste utilizzare megafoni.

Janet Sayers, una guida Blue Badge da 30 anni, ha raccontato di aver portato una famiglia americana al St James’s Palace per assistere all’inizio della cerimonia in agosto.

“Questa guida donna ha bloccato tutto davanti a noi, poi si è fermata sulla strada, urlando con questo megafono”, ha detto Sayers. “Dominava l’intera area: l’unica opzione era che stessi zitto o andassi avanti.

“È diventato più affollato perché hanno smesso di cambiare la guardia ogni giorno: ora lo fanno solo lunedì, mercoledì, venerdì e domenica”, ha detto Sayers. Ora cerca di evitare le zone turistiche. “Molti di noi lo fanno il meno possibile a causa della folla e degli megafoni.”

Antony Robbins, ex direttore del Museo di Londra che organizza tour come Mr Londoner e che è membro dell’ITG, ha detto di aver visto anche persone usare i megafoni. “È davvero terribile”, ha detto. “Tenere in mano un megafono e urlare dentro non ti renderà caro a nessuno. Spero che qualcuno metta fine a tutto ciò. È cattiva educazione, cattiva etichetta e cattiva guida. Crede che la maggior parte delle guide amplificate non fossero addestrate.

“Non guidano molto bene la loro gente”, ha detto. “Alcuni dei miei colleghi che hanno un gruppo, diciamo di 15 studenti, potrebbero lavorare duro per assicurarsi di non essere d’intralcio.”

Questo articolo è stato modificato il 28 settembre 2023 per spiegare come si acquisisce lo status Blue Badge e per rimuovere i termini “ufficiale”, “non ufficiale” e “freelance” dalla descrizione di alcune guide.

Share This Article
Leave a comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Impressive Mobile First Website Builder
Ready for Core Web Vitals, Support for Elementor, With 1000+ Options Allows to Create Any Imaginable Website. It is the Perfect Choice for Professional Publishers.